Bulgaria, l’altra cortina di ferro

Ogni giorno centinaia di rifugiati tentano di varcare il confine tra la Turchia e la Bulgaria in cerca di protezione. Il reportage dà voce ad alcuni di questi migranti e ritraccia la strategia adottata da Sofia, col sostegno dell’UE, per bloccare chiunque voglia accedere al paese illegalmente.

 

Una versione più corta del reportage è stata diffusa nell’ottobre del 2015 dalla Radiotelevisione svizzera (Modem).

Il reportage è stato tradotto in francese e pubblicato sul sito VisionCarto, illustrato con le foto di Alberto Campi: visionscarto.net/refugies-bulgarie