Bogotà, la bella e la bestia

Bogotà, 2’600 metri sopra il livello del mare. Il mio viaggio comincia da qui. Avvolta da una nube di smog e dal rumore incessante del traffico, Bogotà non è certo una di quelle capitali sudamericane di cui ci si innamora al primo sguardo. Eppure anche lei ha il suo fascino, a partire dal centro storico, la cosiddetta Candelaria.

Piazza Bolivar, centro storico di Bogotà

Alle sue spalle, il cerro di Monserrate è uno dei simboli della capitale. Ogni domenica, migliaia di persone si mettono in coda per salire ai piedi fino al santuario, ad oltre 3’000 metri di altitudine. Da lassù, quando il cielo è sereno, si ha una vista magnifica sulla città. O per lo meno così dicono… Io mi sono dovuta accontentare di questo.